Rilanciare il gioco d’azzardo dell’ippica

Per l’ennesima volta, si esprime il disagio in cui il settore ippico si trova ed è costretto a vivere negli ultimi anni. Bisognerebbe riflettere se lo stesso comparto vuole continuare a lavorare ed investire in questo “sport” oppure vuole lasciarlo andare alla deriva come hanno fatto i vari Governi non “varando” alcun tipo di soluzione per l’intera filiera: tutti gli operatori vogliono il cambiamento e vogliono rilanciare il settore che ha ancora potenzialità enormi.

Gli addetti ai lavori sommessamente suggeriscono “idee” che toccano tutti i settori e che potrebbero costituire “una strada da percorrere” anche se costellata di ostacoli: innanzitutto tutti gli ippodromi -quelli ancora in funzione- devono avere un ruolo ben definito che dovrà essere reinventato, dovrà essere costruito poichè ci sembra che risorse in Italia, per mantenere vivi i 40 ippodromi in modo assistenzialistico proprio non ci sono e non ci saranno neppure più. Dovrebbe essere chiaro, secondo gli operatori più importanti, che le risorse necessarie debbano essere “procurate” e chi non porta risorsa alcuna, chi non valorizza le corse ed i cavalli, chi non contribuisce a creare nuovi proprietari, nuovi appassionati, nuovi allevamenti, non sarà certamente premiato. La cosa che maggiormente manca, ancora di più dell’emergenza economica, è l’organizzazione: da qui parte tutto. Bisogna rilanciare il ruolo dell’allevamento e del proprietario e sopratutto bisogna rilanciare “il valore del cavallo da corsa”. Se non si interviene subito su queste importanti leve il settore morirà per mancanza di puledri, di cavalli da corsa e di proprietari.

La sicurezza del casino online di voglia di vicnere

Certamente entrare nel mondo del gioco d’azzardo online è sempre un’impresa “azzardata”. Bisogna tutelarsi assolutamente e quando notiamo che un nuovo casinò online “bussa alla porta” la prima cosa che dobbiamo guardare è la legalità e la nostra sicurezza. Entrambi i requisiti si trovano in VogliadiVincere.it e questo è senza dubbio una garanzia sottolineata dalla licenza AAMS che “protegge” il lavoro di questo nuovo casinò online.

Una cinquantina di slot machine, che ora sono già in fase di aumento, la roulette francese e la roulette europea, il poker ed i giochi tradizionali da tavolo sono presentati con eleganza in VogliadiVincere.it: danno la sensazione di trasportare nell’ambiente del casinò live ed hanno una scelta infinita di opzioni. Sono tanti, tutti importanti, accattivanti e VogliadiVincere li mette tutti a disposizione dei “propri” giocatori.

Con VogliadiVincere.it giochiamo alla pari con il casinò, nel senso che il giocatore mette 100 euro ed il casinò ne mette altrettanti come bonus, ne mette 200 euro? Il casinò ne mette altrettanti. Insomma un bonus del 100% è a disposizione dell’utente che si iscrive sino ad un massimo di 500 euro e lo scopo ovviamente è quello di farlo giocare in scioltezza.

La giovane età di VogliadiVincere non deve farci dubitare: la licenza AAMS del suo casinò è l’assoluta certezza della legalità e la certezza del pagamento delle vincite dipende anche da questo. La percentuale di payout media è superiore al 95% con picchi molto più alti -più del doppio- in alcuni giochi.

Il semplice e divertente casino online di betfair

Betfair.it, con tutta la sua esperienza alle spalle, offre ora un casino online, scommesse sportive e una poker room che garantisce all’utente un’esperienza unica di gioco d’azzardo tra le migliori che possa “provare”. E’ un fantastico casinò, anzi qualcosa di più, è un luogo sicuro dove il nostro tempo libero è impiegato serenamente e trascorre veloce per farci allontanare dal “quotidiano”: un “oasi di pace” quindi per farci da un lato rilassare e dall’altro scaricare l’adrenalina che la nostra vita ci fa accumulare. Una panacea, quindi.

 

Red Dog, Three Card Poker, Multi-Line Slots, Single-Line Slots, European Roulette, Craps, Video Poker e nella Main Lounge offrono anche Zero Roulette, Zero Blackjack, Zero Baccarat e Zero Jacks or Better: questa è una piccola parte di ciò che troveremo in Betfair.it. La scelta è ovviamente ancora più ampia e scintillante e piena di sorprese: ecco perchè offre qualcosa di diverso e di più di un solito casino online.

 

I bonus personalizzati vengono studiati per premiare i giocatori e per aiutarli a giocare al meglio con i loro giochi preferiti. Ovviamente, ci sono restrizioni e regole da studiare per “accaparrarseli”: certamente non per il bonus di benvenuto che è del 100% ed arriva ad un massimo di 250 euro.

 

 

Secondo noi l’ “accoglienza” che Betfair.it offre ai propri giocatori, l’eleganza delle immagini, la grafica, i suoni ed il divertimento che viene proposto fa di questo casino online veramente un “luogo” che ci avvolge e ci accompagna a rilassarci e ad allontanarci dal quotidiano: in fondo cosa cerchiamo di più?

Quando il gioco d’azzardo diventa una patologia

Tante indagini e statistiche sono state effettuate sul GAP che hanno portato forse ad un risultato comune: si gioca maggiormente per “solitudine”, per impiegare il tempo libero, per evadere dal quotidiano. Sembrano le stesse identiche motivazioni che hanno spinto e spingono i consumatori di alcool e di droga. Il Dipartimento Politiche Antidroga affronta quotidianamente le problematiche ed i disagi sopratutto dei più giovani che sono i consumatori che necessitano di maggior tutela: hanno messo a disposizione incontri, laboratori socio sanitari, terapie di gruppo e centri di ascolto che sono elementi indispensabili affinchè il giovane-consumatore abbia un punto di riferimento a cui rivolgersi e possa seguire delle terapie di reinserimento una volta effettuato il percorso di recupero.

Un altro argomento che si fa strada sempre più prepotentemente è quello di instaurare un “rapporto tra gestori e consumatori”, rapporto che deve concretizzarsi da parte del gestore nella sensibilità di capire e comprendere quando un consumatore è troppo coinvolto dal gioco, troppo sensibile o poco responsabile. Tutto questo il gestore certamente non può farlo senza avere delle “basi” che si possono “affinare” con dei corsi specifici di professionalizzazione che portino la sua sensibilità a percepire il disagio. Il lavoro di gestione delle sale da gioco è difficile, ma crediamo che a questo punto debba essere veramente più responsabilizzato: i gestori non possono essere lì solo a raccogliere danaro, ma anche impegnandosi ad aiutare i consumatori…. qualora ne intravedano la necessità, evitando così risultati penosi e disagi che una volta sopravvenuti diventa difficile combattere.

Le domande sul gioco d’azzardo ed i casino online mobile

Globalizzazione difficile o possibile? Il mercato dei giochi d'azzardo per telefonino e giochi social è in esponenziale aumento e sopratutto porta un reddito così importante e forse d'altro canto così inaspettato che già si gettano le basi ed i pensieri a livello globale. Esistono certamente  i problemi di traduzione della lingua, specifiche caratteristiche di monetizzazione di ogni Paese e questioni legali, cambiamenti di componenti come i riferimenti culturali e la grafica: ogni Paese ha le proprie problematiche poiché ovviamente ogni Paese è diverso. A Londra nel prossimo 2014 ai convegni del Mobile Games Forum si parlerà di tutto questo per cercare di dare informazioni più dettagliate ed utili possibile agli sviluppatori e si scambieranno esperienze ed idee che possano far crescere concretamente la possibilità di arrivare ad una globalizzazione per il mercato dei giochi social e giochi per telefonino, anche se non sarà di facile attuazione. 
Le domande ricorrenti. Per arrivare allo scopo “globale” indubbiamente ci si devono porre alcune domande “primarie” ed essenziali: come funziona un team di produzione internazionale? Quali strategie le società più accreditate hanno messo in pratica per una crescita della presenza internazionale per i propri clienti di gioco social? Qual'è la chiave di successo di alcuni giochi social o per telefonino?  Non sono domande semplici perchè vogliono entrare nella struttura privata di aziende che hanno avuto successo in questi settori, ma che se riusciranno ad essere messe “sul piatto” senz'altro porteranno ottimi e prestigiosi risultati redditizi ancora superiori a quelli già “ingenti e proficui” di quelli attuali.